Camminare passo svelto fa bene alla salute

Dai 40 anni in poi, per mantenersi in salute può aiutare camminare passo svelto e spedito ogni giorno: bastano 10 minuti di camminata rapida giornaliera per ridurre del 15% il rischio di morte precoce. Lo ricorda l’agenzia del governo inglese Public Health England che, come segnala la Bbc, sta lanciando l’app gratuita Active 10, che aiuta a monitorare individualmente il tempo trascorso camminando velocemente, e dà consigli su come adottare quest’abitudine. Le autorità sanitarie inglesi spiegano che è quantomai importante camminare passo sveltoin modo regolare tra i 40 e 60

camminare passo svelto
Camminare a passo svelto

anni. “Andare nei negozi camminando, anziché guidando, o farlo per dieci minuti nella propria pausa pranzo, può regalare anni di vita sani”, commenta Jenny Harries, vicedirettore medico di Public Health England. Secondo Zoe Williams, del Collegio reale dei medici di famiglia, “ogni medico di base dovrebbe spiegare ai propri pazienti i vantaggi della camminata rapida”.

Anche se molte persone tra i 40 e 60 anni non fanno i 150 minuti di attività fisica raccomandati a settimana, già 10 minuti di camminare passo svelto ogni giorno, dicono gli esperti, è abbastanza per cominciare a fare la differenza sulla pressione alta, il diabete, il peso, depressione, ansia e problemi muscolo-scheletrici.

Anche in questo articolo ne abbiamo parlato.

Il consiglio è di camminare almeno per 30 minuti, da 3 a 5 giorni a settimana ad una frequenza cardiaca compresa tra il 50 e il 75% della FCM (Frequenza Cardiaca Massima). Per conoscere la frequenza cardiaca massima bisogna sottoporsi in un centro medico sportivo ad test dello sforzo. Altrimenti si può calcolare empiricamente in questo modo: 220 – n° di anni di età. Per controllare la frequenza cardiaca durante l’esercizio è consigliato l’uso di un cardiofrequenzimetro.

Allenamento dopo allenamento, la frequenza cardiaca diminuirà a riposo, mentre durante lo sforzo si noterà un aumento meno rapido e meno elevato del ritmo cardiaco. Proseguendo con costanza nella pratica, si potrà quindi sostenere uno sforzo sempre più intenso poiché anche il cuore sarà sempre più forte.

Rinforzare il sistema cardiorespiratorio e stare all’aria aperta quotidianamente sono un binomio vincente contro lo stress.

Adelmo Danieli

Socio Donatore e Presidente della Sezione AVIS Comunale di Ostiano e Gabbioneta (CR)