Per me donare è vita

di Michele Bruno Spinelli

“Donare è vita…”. Cosi recita una scritta sulle pareti della saletta adibita dai volontari all’accoglienza dei donatori al centro trasfusionale dell’ospedale Annunziata di Cosenza. E’ questa la reale motivazione che spinge ogni essere umano a diventare un donatore. E’ essere consapevoli della notevole importanza di un semplice gesto che può aiutare una vita. Sono un giovanissimo donatore, ho iniziato ad esserlo nel dicembre del 2018, donando presso la struttura ospedaliera sopra citata.

donare è vita
Bruno Spinelli

Ci ero andato vicino tempo prima, quando Annamaria Rende, da sempre impegnata nel sociale e rappresentante dell’associazione donatori volontari di sangue Fidas Paola sezione Cerisano, ha promosso un’iniziativa in collaborazione con il Comune di Cerisano di raccolta sangue. Purtroppo quel giorno, c’erano già numerose persone che hanno condiviso questo gesto d’amore e non potetti donare, ma quella voglia di essere d’aiuto fu determinante. Così, quella mattina di dicembre, nonostante la folle paura dell’ago entrai nella famiglia dei donatori.

Il Centro Trasfusionale di Cosenza è una bellissima realtà. Tra volontari, medici, infermieri si crea un clima familiare, di empatia e amicizia. Dal momento in cui si compila il test all’atto della donazione ti senti a casa. Far parte di un’associazione donatori volontari di sangue ti da la possibilità di percepire quanto sia elemento di forza la condivisione e il coinvolgimento di più persone possibile. L’estate scorsa la Fidas Paola sezione Cerisano ha allestito una squadra di giovani per partecipare ad un torneo di calcetto un’iniziativa promossa dal CSV in cui si sfidarono tante associazioni di volontariato presenti sul territorio cosentino. Questa manifestazione mi ha concesso la possibilità di conoscere molti coetanei, ognuno con una storia da raccontare.

Quell’evento fu determinante per raggiungere l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni sensibilizzandole a comprendere l’importanza di questo piccolo gesto di solidarietà, che aiuta ogni anno a salvare tante vite umane. Donare e sensibilizzare sulla donazione devono essere oggi le missioni di ogni singolo volontario; sia di chi con il sangue oggi continua a salvare vite, sia di chi oggi può condividere la propria vittoria contro la lotta al nemico invisibile del Covid-19 e partecipare alla sperimentazione donando plasma iperimmune. Oggi più di ieri bisogna lavorare insieme e collaborare per il bene comune e capire che donare è il più grande regalo che ognuno di noi possa fare al prossimo.

Adelmo Danieli

Sono responsabile infrastruttura di rete Italia ed IT manager, di una multinazionale Tedesca. Come passione ho il Podismo ed il Ciclismo amatoriale di Gran Fondo su strada. Da sempre impegnato nella sezione AVIS Comunale Ostiano nella quale ho cercato di portare tutto al mia competenza al fine implementare le nuove tecnologie al servizio dei donatori di sangue.