Emoglobina ed Alimentazione

Uno dei parametri principali e particolarmente controllato prima di donare è il livello di emoglobina nel sangue. Qui trovi la definizione nelle nostra sezione LEGGERE LE ANALISI

Uno dei requisiti fondamentali per poter donare il sangue è avere un complessivo stato di buona salute.

Proprio per questo motivo, sono previsti dalla legge dei valori al di sopra dei quali gli individui possono donare il sangue, e al di sotto dei quali la donazione non può essere effettuata.

Trovarsi in uno stato di buona salute è quindi una prerogativa indispensabile per donare il sangue, al fine di non creare problemi né al ricevente per via di un sangue poco adatto, né al donatore, che potrebbe trovarsi in condizioni poco confortevoli a seguito della donazione.

emoglobina
Misurazione dell’emoglobina

La fascia di popolazione più sensibile, in questo senso, è rappresentata dalle donne, le quali sono fisiologicamente più soggette a carenza di emoglobina nel sangue a causa di diversi ordini di motivi: il più frequente è il ciclo mestruale, che provoca una notevole perdita di sangue, la quale causa naturalmente anche la carenza di emoglobina.
E’ possibile, in caso di valori bassi di emoglobina e ferritina,  correggere la propria alimentazione assumendo alimenti ricchi di ferro.

Il riscontro di bassi valori di emoglobina è molto comune nella pratica clinica; spesso la riduzione dei livelli è praticamente insignificante non ha un significato patologico. Ovviamente, nel caso di variazioni di una certa importanza è necessario un approfondimento.

Di norma, si parla di bassi valori di emoglobina la concentrazione ematica è inferiore a 13,5 g/dl (in un uomo adulto oppure inferiore a 12 g/dl nel caso di una donna adulta; si tenga conto che devono essere operate correzioni a tali soglie a seconda dell’età e considerare anche la variabilità dei limiti fra laboratorio e laboratorio.

 In linea generale, bassi valori di emoglobina sono più comuni nelle donne soprattutto a causa delle perdite ematiche legate al ciclo mestruale; i livelli di emoglobina inoltre, tendono a scendere anche nel caso di gravidanza.

In varie occasioni, poi, bassi valori di emoglobina sono legati alla presenza di condizioni o malattie di vario tipo fra cui si ricordano varie forme di anemia (anemia anaplastica, anemia sideropenica, anemia falciforme), linfomi (Hodgkin e non Hodgkin), patologie renali, carenze vitaminiche (generalmente alcune vitamine del gruppo B), malnutrizione, chemioterapia, assunzione di farmaci anti-retrovirali, splenomegalia, talassemia ecc.

Altre cause sono rappresentate da sanguinamenti acuti o cronici, ipermenorrea, emorragie gastrointestinali (a causa di ulcere o neoplasie), donazioni di sangue effettuate troppo frequentemente ecc.

Non sempre il riscontro di bassi livelli di emoglobina è associato a una sintomatologia evidente; se questa è presente si possono avere pallore, stanchezza generalizzata, gengive chiare, tachicardia (anche quando l’attività fisica non è particolarmente pesante), fiato corto ecc.

Alimenti particolarmente ricchi di ferro, sono soprattutto i legumi, seguite immediatamente da alcune verdure insospettabili come la rucola e il radicchio! Il fegato ovviamente detiene il record ma anche l’uovo (da assumere non più di due-tre volte la settimana) è ad un buon posto sulla classifica proposta in tabella.

Se per scelta personale o per via di particolari esigenze non è possibile consumare carne, è bene sapere quindi che molti vegetali contengono ferro.

Una molecola che, oltre a svolgere la funzione di antiossidante, è coinvolta nell’assorbimento del ferro è la Vitamina C, contenuta in principal modo negli agrumi, pomodori, peperoni e alcuni frutti esotici.

È possibile dunque agire con qualche piccolo accorgimento per contrastare l’insorgenza di eventuali carenze di emoglobina nel sangue attraverso una dieta variegata e ricca degli alimenti sopracitati: in questo modo, sarà sempre possibile mobilitarsi per donare il sangue a chi ne ha bisogno.

Autore: Christian Vianello – Amministratore del Gruppo “Piccoli Medi Imprenditori Milano”

AVIS Comunale Ostiano

L'Avis è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.