Escursione sulla cima del Carega

Escursione sul gruppo del Carega

Il gruppo del Carega (detto anche dorsale del Carega) è un massiccio delle Piccole Dolomiti, nelle Prealpi venete, ai confini fra la provincia di Vicenza, la provincia di Verona e la provincia di Trento. Si estende dal passo delle Tre Croci (o della Lora) fino al passo di Campogrosso.

In macchina saliamo da Verona nella Val d’Illasi salendo sino al piccolo, ma carino comune di Giazza, dove approfittiamo per fare approvvigionamento di viveri per la giornata.

Stazione meteo

La base di partenza per questa escursione di solito è il Rifugio Revolto ma ovviamente noi siamo partiti da un po’ più lontano, ovvero dal sottostante Rifugio Boschetto , entrambe ormai già chiusi in questa stagione, salvo qualche rara occasione.

Panorama dal Rif. Pertica verso la Val d'Avio
Panorama dal Rif. Pertica verso la Val d’Avio

Dopo avere dato un occhio alla previsioni del tempo ( magari è più affidabile della nostra stazione meteo http://www.avisostiano.com ) iniziamo a percorrere il sentiero che in poco meno di 15 minuti ci porta al Rifugio Revolto e quindi l’escursione prosegue in direzione del Rifugio Pertica che raggiungiamo in poco più di venti minuti.

Con molta soddisfazione lo troviamo aperto, ed è quindi l’occasione per bere un caffè prima di incamminarci.

Per un buon tratto il sentiero segue la carrozzabile che porta verso il Rifugio Scalorbi (che raggiungeremo successivamente nel ritorno) ma poi si stacca da essa ed inizia a salire in maniera molto più decisa. Da questo punto il Rifugio Fraccaroli dista ancora circa una abbondante ora di cammino

Carega
Salita verso la cima del Carega

Gli ultimi tratti di salita, come si vede dalla foto accanto, ci portano a oltre 22o0 metri di quota, ed il paesaggio circostante è quasi praticamente identico a quello Dolomitico. Infatti questa zona è notoriamente conosciuta come “Piccole Dolomiti” proprio per la somiglianza di questi posti alle più famose e rinomate cime dell’Alto Adige e dintorni.

Il Rifugio Fraccaroli è ovviamente chiuso, però ci godiamo l’immenso panorama che dalla sua terrazza possiamo godere alla grande.

Panorama verso il Cornetto
Panorama verso il Cornetto

Infatti lo sguardo spazia dalla pianura veneta (coperta per noi dalle nuvole) al Monte Baldo sino a salire verso il Re di Castello ed il gruppo dell’Adamello.

Dopo una piccola sosta approfittiamo di raggiungere la croce di vetta in meno di 5 minuti dove qui il panorama è ancora più coinvolgente: appena sotto il nostro sguardo si vede il Cornetto ed appena dietro si staglia la possente struttura del Pasubio di cui si riesce nettamente a scorgere il Rifugio Achille Papa ed in lontananza le vette dolomitiche sono nettamente visibili e distinguibili.

Fatte le dovute foto, e scesi dalla vetta, ci incamminiamo verso il Rifugio Scalorbi, percorrendo però il sentiero delle creste più alto, per godere in alcuni tratti, degli spettacolari strapiombi verso Nord.

Chiesetta al Rif. ScalorbiPer giungere al rifugio (anche esso chiuso) ci vogliono circa 50 minuti, dove scattiamo le ultime foto di giornata, poiché purtroppo dei nuvoloni arrivano in su velocemente dal fondo valle.
A questo punto riprendiamo la carrozzabile per tornare al Rifugio Pertica e da qui facciamo rientro alla macchina per la medesima strada fatta all’inizio.

 

AVIS Comunale Ostiano

L'Avis è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.