Giro nel Gran Ducato

Soragna, Fidenza, Costa Mezzana, Valico di S.Antonio, Varano de Melegari, Fornovo, Noceto, Soragna

In una giornata di primavera, con finalmente la divisa estiva (maglietta e pantaloncini corti) si parte da Soragna, in direzione di Fidenza e le sue splendide colline.

Attraversata la piccola e graziosa cittadina emiliana, inizio ad inerpicarmi sulle sue dolci pendici. Il primo strappo a Costamezzana è “simpatico” ma molto breve; giunto in centro giro a destra all’altezza della chiesa e si sale in maniera costante verso Costa Pavesi.

Salendo verso Costa Pavesi
Salendo verso Costa Pavesi

La pendenza non è morbida, ma gli scorci a destra e sinistra sono da lasciare a bocca aperta: il verde smeraldo dei prati con i colori accesi delle tante piante in fiore sono uno spettacolo.
Scollinato a Costa Pavesi, si ritorna con dei simpatici “su e giù” sulla provinciale di fondovalle per poi iniziare la salita che porta a S.Vittore seguendo la strada provinciale delle terme.Salita dolce e regolare con sempre spazi aperti sulle colline circostanti.

Salita verso S.Vittore
Salita verso S.Vittore

Si scende poi a Piè di Via, incrociando la strada che viene da Salsomaggiore, e da qui si inizia la salita dei Mille Pini, ovvero il valico di S.Antonio a quota 650 mslm.

Discesa non (non troppo veloce a causa del fondo stradale sconnesso) verso Pellegrino Parmense e qua bisogna decidere dove andare: a destra si può tornare dalla provinciale 109 che segue il torrente Stirone, oppure andare su verso Bardi (troppo distante per questo inizio stagione) oppure puntare verso la provinciale 30 che porta a Varano de Melegari e quindi Fornovo.

Ovviamente visto che il sole inizia a calare, è meglio prendere quest’ultima strada, che per un po’ sale, poi prosegue a mezza costa e poi scende dolcemente con ampi tornanti a Varano. Qui la sosta è d’obbligo per fare almeno una foto al Castello con il suo bellissimo torrione.

A questo punto però è meglio sbrigarsi a tornare alla macchina a Fidenza, altrimenti il sole scompare all’orizzonte dietro le colline del Gran Ducato.

AVIS Comunale Ostiano

L'Avis è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.