Giro in Val di Gresta

Mori-Passo Santa Barbara-Passo Bordala-Lago di Cei-Passo Fae

Monte velo
La cima del Monte Velo

Questo giro si snoda tutto attorno alla Val di Gresta, che è una valle meridionale del Trentino vicina al lago di Garda.

La partenza da questo giro è a Mori, si inizia a pedalare sulla ciclabile che conduce verso Nago-Torbole; qui appena fuori l’abitato di Mori si potrebbe salire subito in valle, ma sarebbe troppo facile, quindi la prendiamo un po’ più larga e scendiamo a Nago e prendiamo in direzione di Arco.

Giunti a Bolognano prendiamo a destra la provinciale 48 che ha come indicazioni “monte Velo”; subito la pendenza inizia a farsi sentire (8-9%) fino all’uscita dalla frazione abitata. Poi la strada diviene più stretta ed il suo aspetto è quello della tipica salita montana. La vegetazione è molto fitta ma quando se ne esce il panorama è unico.

In alcuni punti le pendenze vanno lievemente “a doppia cifra” ma tutto sommato è regolare sino alla fine per una lunghezza che alla fine è di circa 11 km.

Santa Barbara
Passo Santa Barbara

Giunti al passo l’orizzonte si apre è la visione è a 360° , da vedere la piccola cappelletta dedicata a S.Barbara e poi in discesa veloce verso Ronzo Chienis, che è il centro della Val di Gresta, famosa con i suoi ortaggi.

Giunti in fondo alla discesa incrociamo la strada che sale da Mori-Loppio, ma noi giriamo a sinistra per andare ad affrontare il Passo Bordala.

La salita è un po’ irregolare: inizia nel paese di Ronzo con pendenze attorno all’8% poi si irrigidisce per mezzo chilometro al 11%, leggero pianoro e poi ancora 8% e 11% per terminare, invece, dolce verso il passo.

Ora una bellissima e lunga discesa ci riporterà verso la valle dell’Adige: il primo tratto è abbastanza stretto, ma poi diventa molto larga sino a Villa Lagarina.
Che però non ho raggiunto perché ho deciso di inserire due varianti; una piacevole al Lago di Cei ed un’altra piuttosto tosta.

Passo Bordala
Passo Bordala

Al primo bivio che incrociamo prendiamo a sinistra seguendo per le indicazioni per il Lago di Cei: due chilometri ed un piccolo laghetto di montagna si schiude ai nostri occhi.
Si torna quindi indietro.

All’uscita di Pedersano, su di un tornante, si prende per Noarna, dove c’è un bellissimo castello da vedere giusto sulla strada, in centro al paese c’è un minuscolo bivio (occorre il GPS per trovarlo) che porta a Patone e poi da qui proseguiamo a mezza costa per puntare verso Lenzima prendendo la strada che sale da Folas – Isera.

Dal bivio sino al paese siamo costantemente al 10% e forse anche qualcosa in più, ma il bello deve ancora venire !

Le indicazioni da seguire sono per Nomesino, ed appena lasciamo l’abitato di Lenzima la strada si rimpicciolisce sino a diventare una mulattiera, la pendenza inizia ad essere seria da subito, un tornante fa respirare ma è poca cosa.

Discesa Bordala
Discesa da passo Bordala

Si un altro strappo deciso, poi un paio di curve e l’ultimo chilometro tra il 15 ed il 18%. Si sbuca fuori dal bosco e compare finalmente il Passo Fae.

Per molti è sconosciuto, infatti anche la stradina che scende a Nomesino è molto stretta, però si gode la pace e la tranquillità di un posto isolato.

Per oggi “basta salite” ora una bella discesa ci porterà prima a Valle San Felice (il primo paese che si trova salendo in val di Gresta) e poi giù a Loppio Mori per concludere il giro.

L’itinerario è questo https://www.strava.com/routes/4478407

 

Lago di Cei
Lago di Cei
Castello Noarna
Castello di Noarna
Passo Fae
Passo Fae
Val di Gresta
Valle San Felice

AVIS Comunale Ostiano

L'Avis è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.