Green Pass – Per donare non serve

Le associazioni ribadiscono che non serve il Green Pass per andare a donare

Da quando il Green Pass, il certificato di vaccinazione che garantisce una maggiore libertà di movimento ed evita il tampone per alcune attività come gli spostamenti internazionali, ha suscitato qualche interrogativo per i donatori di sangue desiderosi di fare il proprio gesto solidale prima di partire per le ferie.
Soprattutto in questo periodo per non fare mancare le scorte di sangue come abbiamo parlato in questo articolo.

E allora? Serve o non serve il Green Pass per accedere alle strutture trasfusionali?

La soluzione la danno le associazioni, e in particolare Avis ha rilasciato una comunicazione ufficiale firmata dal Presidente nazionale Gianpietro Briola:

Green Pass
Certificazione Verde – Green Pass

“Alla cortese attenzione dei Presidenti delle sedi

Avis Regionali,

Provinciali,

Comunali ed equiparate

Carissimi Presidenti,

in questi ultimi giorni sono giunte ad AVIS Nazionale diverse richieste di chiarimento circa l’obbligatorietà del green pass per accedere alle unità di raccolta fisse o mobili ed effettuare la propria donazione di sangue o emocomponenti.

Desideriamo precisare che nel decreto legge n.105/21 varato dal Governo la scorsa settimana non è contenuto alcun riferimento alla donazione di sangue e, pertanto, l’accesso alle strutture continua a essere regolato dalle procedure già in essere: triage telefonico, prenotazione e misurazione della temperatura corporea.

Vi invitiamo a diffondere questa informazione tra i Vostri donatori e Vi ringraziamo fin da ora per la collaborazione.

Cordiali saluti,

Gianpietro Briola – Presidente AVIS Nazionale”

Nessuna novità, quindi rispetto a quanto alle settimane precedenti. Non resta che recarsi ai centri e donare prima di partire, in modo da aiutare il sistema a evitare le pericolose carenze che, come ogni estate, rischiano di gravare sugli ospedali e costringere le strutture a rimandare le operazioni chirurgiche.

La Certificazione verde COVID-19 Green Pass è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”.

Dal 6 agosto servirà, inoltre, per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici.

Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 Green Pass è valida come EU digital COVID certificate e rende più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen.

Come funziona la
Certificazione verde COVID-19 – Green Pass

Vaccinazione, test, guarigione
La persona che è stata vaccinata contro il COVID-19 o ha ottenuto un risultato negativo al test molecolare/antigenico o è guarita da COVID-19 può ottenere la Certificazione verde COVID-19.

Notifica emissione Certificazione rilasciata dal Ministero della Salute
L’emissione della Certificazione viene notificata via posta elettronica o SMS. E da quel momento puoi scaricarla accedendo alle piattaforme digitali dedicate. Riceverai l’email da “Ministero della Salute” (noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it) o il messaggio SMS da “Min Salute”.

Certificazione sicura e protetta con QR code univoco
La Certificazione verde COVID-19 contiene un codice a barre bidimensionale (QR code) con una firma digitale del Ministero della Salute per impedirne la falsificazione. Il certificato può essere stampato.

Verifica dell’autenticità e validità della certificazioneL’autenticità e validità della certificazione sono verificate in Italia attraverso l’APP nazionale VerificaC19. I dati personali del titolare della certificazione non vengono registrati dalla APP a tutela della privacy.

Come si ottiene la Certificazione verde COVID-19 – Green Pass

Il Ministero della Salute rilascia la Certificazione verde COVID-19 sulla base dei dati trasmessi dalle Regioni e Province Autonome relativi alla vaccinazione, alla negatività al test o alla guarigione dal COVID-19. La certificazione è emessa in formato digitale stampabile. Potrai ricevere una notifica o un avviso via email o via SMS che il certificato è pronto. Ricorda che non devi pagare nulla.

Adelmo Danieli

Sono l'autore di AVIS Ostiano