Leggere le analisi del sangue

Leggere le analisi del sangue ,il test di controllo fra i più richiesti.

Con un semplice prelievo, infatti, si può capire immediatamente, leggendo i valori, se c’è qualcosa che non funziona bene nel nostro organismo. Di solito, di fianco alle analisi del sangue vengono associate le analisi delle urine così come gli esami della tiroide (per i quali basterà il semplice prelievo venoso).

In questa pagine vi spiegheremo come leggere le analisi del sangue, come capirle prima ancora di recarvi dal medico curante per il classico consulto.

ATTENZIONE (DISCLAIMER): Le informazioni contenute in queste pagine sono solo ed esclusivamente di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l’utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l’utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

leggere le analisi del sangue
Leggere le analisi del sangue

Gli esami sotto elencati sono i piu’ comuni e non sono ovviamente tutti quelli possibili in quanto il loro numero e’ elevato. Bisogna precisare che i valori “normali” di riferimento riportati in questo sito possono variare a seconda del laboratorio che esegue le analisi, a causa delle diverse metodologie utilizzate.E’ importate precisare che se si ottengono valori diversi da quelli considerati normali non significa  necessariamente che ci sia in atto una malattia, quindi non ci si deve allarmare, la cosa piu’ saggia da fare quella di far valutare i risultati delle analisi dal proprio medico o da uno specialista e mai, in nessun caso, improvvisarsi esperti e fare delle diagnosi su se stessi o su altri, tantomeno assumere farmaci senza il consigli del proprio medico curante.

Ulteriori informazioni su https://it.wikipedia.org/wiki/Esami_del_sangue