Montagne Vicentine

Montagne Vicentine : Valdagno – Recoaro – Passo Xon – Valli del Pasubio – Ponte Verde – Passo Xomo – Posina – Laghi – Arsiero – Pedescala- Rotzo – Roana – Tresche Conca – Cogollio del Cengio – Schio – Passo Zovo – Valdagno

Giro davvero spettacolare nelle montagne vicentine .
Passo XonSi parte da Valdagno, comoda località raggiungibile velocemente dall’uscita di Montebello o Montecchio sulla A4, e si inizia a pedalare in direzione di Recoaro Terme. Appena entrati nella località termale, si gira quasi subito a sinistra e si inizia l’ascesa del passo Xon che è abbastanza breve, bella e costante.
In cima si può ammirare verso Ovest il gruppo del Cornetto delle Piccole Dolomiti , qualche foto e poi giù velocemente a Valli del Pasubio. In fondo alla discesa, in paese, giriamo a sinistra e prendiamo la strada che porta che porta verso Pian delle Fugazze : i primi km ingannano (3-4%) ma poi due tratti al 12% ed al 14% ci ricordano che stiamo salendo verso il Pasubio.

Al km 8 di salita raggiungiamo Ponte Verde, dove c’è il bivio a sinistra che porta verso passo Xomo qui è duro solo il primo chilometro, ma poi è una dolcissima ascesa sino

Pasubio
Canaloni sotto il Pasubio

ad arrivare a Passo Xomo. Qui si può salire ancora un paio di chilometri per andare a percorrere (a piedi) la famosa strada delle 52 gallerie che conduce quasi alla sommità del Pasubio presso il rifugio Papa.

montagne vicentine
Montagne Vicentine

Scendiamo nel bosco verso Posina, e poi in direzione Arsiero. A metà strada vale davvero la pena fare un salto a Laghi (piccolissimo comune) ma incastonato col suo piccolo lago nelle montagne vicentine in maniera splendida.

Si torna sui nostri passi sino a raggiungere Arsiero e si prende la Valdastico sino a Pedescala. Attraversato il fiume inizia la nuova fatica sino a Rotzo  per raggiungere il valico occorre percorrere 12 km con una pendenza media del 6,2% ma sempre con un ampio panorama sulla valle sottostante, specie nel settore centrale dove bellissimi tornati ce lo permettono di gustare.

Si prosegue quindi sino a Roana dove giriamo a destra ed affrontiamo prima un vallone per poi risalire a Tresche Conca, da dove inizia una lunghissima discesa verso Cogollio del Cengio. La prima parte è fluida mentre la seconda con ampissimi tornanti sulla prima parte dell’Valdastico ci permettono di fare numerose “pieghe”.

Passo Xomo
Passo Xomo
Laghi Posina
Laghi di Posina

Un po’ di pianura ci vuole, e quindi si passa da Piovene Rocchette e poi per Schio dove arriviamo all’ultima fatica della giornata ovvero il Passo Zovo: salita cattivella di 6 km per saltare da Schio a Valdagno (non è possibile per le bici fare il tunnel a pagamento).
Questa salita va su a gradoni, con anche dei duri strappi nella parte centrale (13 e 15%). Sul passo, lo sguardo è bellissimo, ma è anche ora di tornare alla macchina che ci aspetta sotto.

 

 

 

Cogollio
Discesa da Cogollio del Cengio
Passo Zovo
Passo Zovo

AVIS Comunale Ostiano

L'Avis è un'organizzazione non lucrativa di utilità sociale costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.